Ciao, vi siete mai chiesti come nasce un abito?

I passaggi sono molti e richiedono tempo, soprattutto per chi come me, nella stragrande maggioranza dei casi, disegna il modello da zero: c’è il disegno del modello, appunto, il posizionamento del modello sul tessuto, il taglio etc…

Senza considerare tutto ciò che viene prima: le misure della persona, la scelta del modello, la scelta del tessuto, e ciò che avviene nel mentre: le prove, le modifiche, etc.

E’ un processo a cui purtroppo non si è più abituati, un tempo di sogno di ciò che verrà, di attesa e curiosità e, infine, soddisfazione e gratificazione.
Un’esperienza in cui i desideri diventano realtà e l’abito assume un significato culturale che fa emergere le emozioni e i valori di chi lo indossa.
Forse più che nel passato, oggi scegliere l’artigianalità della sartoria è un’esperienza diversificante e autentica che, oltre a vestire il corpo, è in grado anche di vestire le emozioni.
Ho provato a sintetizzare i paesaggi principali della creazione di un abito nel video che posto oggi. Si tratta di un abito da bimba in puro lino con simpatici pois che ho cucito per la dolcissima Ludovica.
Ecco condensato in pochi minuti il lavoro di qualche ora: come nasce un abito da bambina.

Vi è piaciuto? lasciatemi i vostri commenti e se c’è altro che vorreste vedere, mi piacerebbe fare altri video…che dite?

Ciaoooooo,
Sara