Ciao, bentrovati!!
Ti distrai un attimo ed è già agosto… e dall’outfit del matrimonio di maggio del post precedente, si salta direttamente in spiaggia senza bisogno del teletrasporto.
Quest’anno è l’anno dei record: mi sono vestita solamente con miei modelli: una bella soddisfazione personale e molta praticità. Insomma, il mio stile cucito addosso.
Oggi ve ne propongo due  uno per lei e uno per lui.
Iniziamo da quello più complesso: la camicia in lino per lui con collo alla coreana.
La cimosa, con la caratteristica scritta dorata

Ormai lo sapete, lavoro solo tessuti di qualità e per la camicia ho scelto un lino di un candido bianco ottico della Bellora, molto bello sia da lavorare che da indossare.

Work in progress: il fessino della manica
Per lei, ecco un abito in jersey di seta con gli stilemi di Versace rivisti da Julie Verhoeven, una illustratrice e designer inglese. Ve ne avevo già parlato nel post Un abito come un dipinto da indossare ma, diciamolo, vederlo indossato e contestualizzato viene valorizzato e ne guadagna in personalità. Certo, con una modella alta e magra sarebbe stato ancor meglio ma…il modello è mio e lo indosso io 😉
Ciaoooooo,
Sara