Oggi mi sento in vena di cucire qualcosa di impegnativo! Non so voi ma…non sempre ho voglia di impegnare testa e mani su modelli mirabolanti… A volte ho la testa appena sufficiente per attaccare solo bottoni o scucire (ma questo richiede già più concentrazione…) qualcosa che non avrei dovuto unire!

Ma oggi si, sono in forma…!! E’ il momento giusto per cimentarmi nel No.1 One piece twist drape dress dal libro Drape Drape 3 di Hisako Sato (guarda qui il No.12 Three-piece gather drape wrap dress).

Se non fosse per la curiosità di vedere come viene e la relativa grande soddisfazione…mi viene da pensare…ma chi me lo fa fare…!?! E’ un’impresa anche ricalcare il cartamodello…se qualcuna di voi ha già provato l’ebbrezza…sa di cosa parlo.

Comunque…uniti tutti i pezzi con del nastro adesivo, ciò che si ricava è il cartamodello che vedete steso sulla chilometrata di jersey della foto qui sotto. Si, ce ne vuole molto e il cartamodello è steso in sbieco…

Ciò che mi piace di questi abiti è il drape, il drappeggio appunto. Tanti drappeggi…un po’ qui e un po’ lì… Allora via gioiosamente di spilli, imbastiture e cuciture…

Gira, riprendi, pizzica, ruota…ci ho provato, credetemi, ci ho provato tanto… ma alla fine ho dovuto rassegnarmi. No, non è che non ci sono riuscita (io non riuscirci?!?! MAI!) …ho solo deciso di dare il mio tocco, ecco tutto!Mmmm…momento…ma come ha fatto a creare quella specie di vortice sul fianco?

E alla fine…et voilà…l’abito finito…

… e io vissi felice e contenta!!! 🙂
Ma ora….avete dei bottoni da attaccare?

Ciaoooooo,
Sara