In origine era una camicia di lino, carina ma senza personalità.
Colletto, maniche a tre quarti, una forma un po’ troppo larga sebbene la taglia fosse quella corretta. Il classico capo portato poco e rimasto nell’armadio che ad ogni cambio di stagione si ripresenta … ma con la remora a scartarlo.
Quest’anno mi è venuta l’ispirazione e l’ho modificata.
Come prima cosa ho tagliato il collo, allargandolo a barchetta.
Ho poi tagliato le maniche e ristretto i fianchi per rendere la forma un po’ più affusolata. In questo modo si sono automaticamente ristretti anche i buchi delle maniche, che risultavano eccessivamente larghi.

Ho tagliato via i polsini delle maniche e le ho aperte, tagliando via la cucitura originaria.

Dalla stoffa delle maniche, ho quindi tagliato in sbieco a 45 gradi un po’ di strisce da 4 cm che ho cucito per ricavarne tre strisce: due un po’ più lunghe della circonferenza delle maniche e una un po’ più lunga della circonferenza del collo.
Con l’aiuto dell’apposito attrezzo e del ferro da stiro, ho realizzato i tre pezzi di sbieco che ho utilizzato per rifinire maniche e collo.

Con uno dei polsini, ho realizzato una spilla con fiocco che vedete nelle foto e che guarnisce il collo.

Il risultato è questo:
Ciaooooo,
Sara